“La vita con uno stalker.”

Una sognatrice fallita.

Tutte le mattine esco di casa alle 05:30. Porto mia sorella al lavoro. E tutte le mattine appena apro il portone della palazzina, mi guardo a destra e a sinistra. Mi accerto che lui non sia lì, da qualche parte nascosto.

Tutte le mattine rientro alle 06:00 del mattino. E tutte le mattine aspetto che il cancello si apra. Nell’attesa, mi guardo a destra e a sinistra. Mi assicuro che lui non sia lì o che arrivi in camion.

Tutti i giorni prima di uscire per andare al lavoro, mi guardo attorno. Verifico che ci sia oppure no.

Tutti i giorni al lavoro, ci vado con l’ansia di poterlo incontrare e vedere.

Tutti i giorni lavoro con il timore che possa vederlo e incontrare il suo sguardo. Lavoro in un centro commerciale. A nessuno è vietato entrare. Lui è libero di circolare come vuole.

Nei giorni in cui è lì…

View original post 343 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...